Scopri il fascino delle perle

news perle coltivateOggetto di desiderio, pegno d'amore, magia esotica. La perla evoca immagini e suggestioni di rara bellezza e perfezione, in un mondo che parla   di purezza ed eleganza. Per millenni ha esercitato il suo fascino su uomini e donne, alimentando miti e leggende.

Ancora oggi, benchè sia stata  scoperta la genesi della perla e sia possibile indurne la nascita, è necessario assecondare le leggi della natura che determinano la bellezza di  queste affascinanti gemme.

 

 La nascita di una perla è un'evento davvero eccezionale. A differenza delle pietre preziose, che devono essere estratte dalle cavità rocciose in cui si  formano, le perle sono prodotte da molluschi che vivono nelle profondità marine o in fiumi e laghi.
 In natura la perla comincia a formarsi quando un corpo estraneo penetra nel mantello di un mollusco e vi rimane intrappolato. Per proteggersi da  questo corpo estraneo, le cellule del mantello interno secernono una sostanza particolare a composizione carbonatica. Con il passare del tempo il  corpo estraneo viene ricoperto da uno strato perlaceo e si forma la perla.


Le perle coltivate nascono da un processo simile a quello naturale. La sola differenza è che il corpo estraneo viene introdotto nel mollusco dalla mano umana invece di affidarsi alla natura. Un vero intervento chirurgico effettuato da mani espertissime, che consiste nell'introdurre un piccolo nucleo di madreperla nel corpo dei molluschi che verranno riposti nuovamente in mare in attesa che il tempo e la natura compiano il miracolo. La perla.

 

Definizione: La perla è una concentrazione stratificata di cristalli di calcio disposti intorno ad un nucleo ed agglomerati da un collagene di natura organica, la conchiolina.
La conchiolina è un albuminoide che si trova abbondantemente nelle ossa, nei denti, nei capelli sia degli essere umani che di altri vertebrati. Sicuramente la conchiolina è l'artefice principale nel processo di costituzione della sostanza perlifera. Sostanza che peraltro è molto simile alla conchiglia dell'ostrica (madrepela).
Varie coperture di conchiolina che inglobano i cristalli di calcio danno origine alla stratificazione che costituisce la sostanza perlifera. E' dimostrato che un'ostrica sviluppa 3 o 4 coperture di conchiolina al giorno. Ciò significa che ogni anno di coltivazione si formano circa 1000/1400 microstrati di conchiolina e cristalli di calcio. E' indubbiamente affascinante sapere che lo spessore di sostanza perlifera, per ogni anno di coltivazione, è di 0,3 mm.  A struttura ultimata, la copertura di una perla è costituita da 92% carbonato di calcio, 6% sostanza organica, 2% ossido di calcio + acqua.

Le perle coltivate d’acqua dolce o dette anche perle di fiume (o di lago), sono prodotte da un mollusco che vive in acqua dolce. Vengono introdotti al suo interno dei frammenti di epitelio di un’altra ostrica che produrrà contemporaneamente numerose perle. La varietà delle forme di queste perle è infinita. Vengono prodotte di varie forme: a chicco di riso, a rondella e sferiche ma più diffuse sono quelle ovali, a goccia e a riso. Per quanto riguarda i colori, oltre al bianco, possiamo trovare colori che vanno dal salmone a varie tonalità di rosa, dal beige al marrone e dal grigio argento al prugna. I diametri possono essere compresi tra i 4 e i 10 mm.

Le ostriche Akoya di acqua marina, producono raramente più di 2 perle a raccolta. Le ostriche sono nucleate con una perla detta "perla madre" che viene inserita all'interno del mollusco. Il fatto di utilizzare un nucleo ha per effetto di motivare l'ostrica a avvolgere successivamente di madreperla questo oggetto estraneo, conservandone la forma iniziale. Hanno un diametro variabile da 2 a 10 mm. con colorazioni che partono dal rosa al grigio o dal crema dorato al verde. La colorazione e la sfumatura può incidere molto dal colore della madreperla del mollusco innestato, il loro pregio particolarmente apprezzato è la loro straordinaria luminosità, grande qualità delle perle d'acqua di mare.

La particolare bellezza delle perle barocche coltivate è data dalla straordinaria lucentezza e dalla loro forma particolarmente irregolare. La forma di queste perle è regalata dalla natura, tutte diverse fra di loro per dimensione, colore e forma.

Ora avete tutti gli strumenti per scegliere il vostro filo di perle ma ricordate...

Le perle sono “vive” costituite da meteriale organico che presenta un grado di porosità molto elevato, per mantenere le vostre perle sempre belle e luminose è bene conservarle nel proprio astuccio, lontane da altri gioielli e da fonti di calore, evitare il contatto diretto con cosmetici, profumi e lacche che ne potrebbero danneggiare la superficie. Vanno pulite con un panno morbido e se necessario farle imperlare una volta all'anno.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------